ADDIO LIONEL

16 agosto 2010

Addio Lionel, ci rivedremo lassù con le nostre auto, le nostre curve e il nostro pubblico. Ci rivedremo lassù proprio come ci siamo visti qui. Complice un giro in Europa che mi ha portato a conoscerti. Non mi sarei mai aspettato che un Francese potesse avere tanta classe e tanta umiltà. Tu, campione, che dopo la mia piroetta in Portogallo mi chiedesti di visionare insieme il mio cameracar per analizzare la cosa ed esclamasti come uno qualunque “very fast, you are crazy”. Ridemmo di gusto a quella battuta ed io mi sentivo orgoglioso, idiota per la piroetta, ma orgoglioso di aver conquistato una briciola della tua ammirazione. E poi la festa in Croazia, il tuo gradito invito così come il tuo piacevole conversare, mai banale e sempre concreto. Infine le poche parole scambiate su internet, che ci ha tenuto comunque vicini proprio come due vecchi amici che non si sentono spesso, ma quando lo fanno hanno molto da raccontarsi. In te vedevo sincerità e presenza di spirito. Ti ho ammirato e lo continuerò a fare, perché se è vero che un eroe lo si riconosce dalle gesta, bhè le tue gesta sono scritte e riconosciute da tutti! Ciao.